NEWS OSMOSI BATTERI E VIRUS

Con tecnologia RO THINK:WATER PROFINE
protezione contro batteri e virus

Siamo chiamati ad affrontare una nuova sfida di portata planetaria. La pandemia da Covid-19 ci impone di osservare strettamente le norme igieniche per la nostra sicurezza. Il team TW Profine vuole dare il suo massimo contributo per affrontare al meglio questo momento. Infatti oggi più che mai, diventa importante informare i nostri clienti e partner delle capacità del trattamento dell’acqua anche in termini di eliminazione dei virus.

TW nasce intorno alla produzione di sistemi a osmosi inversa più di 20 anni fa. Da allora l’Azienda si è sempre più specializzata nell’approfondire le tematiche di questo specifico trattamento. Questi sforzi quotidiani hanno permesso al team TW Profine di raggiungere importanti riconoscimenti internazionali, arricchendosi di un know-how unico.

L’osmosi inversa è riconosciuta a livello mondiale come il sistema di trattamento più efficace rispetto a microfiltrazione, ultrafiltrazione, nanofiltrazione e trattamenti a ultravioletti; come cita nel suo studio il Centro per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CDC Center for Disease Control and Prevention). L’osmosi inversa è infatti anche definita iperfiltrazione per la sua grande efficacia in termini fisici e meccanici di blocco delle sostanze in acqua.

L’osmosi inversa è un processo che utilizza una membrana semipermeabile per la separazione dei sali disciolti nell’acqua in ingresso. Ovvero grazie alla membrana il soluto viene trattenuto, impedendone il passaggio e ottenendo un solvente puro in uscita. A integrare questo processo di osmosi, sono necessari prefiltri per l’ottimale funzionamento della membrana.

L’osmosi inversa è considerata iperfiltrazione, ovvero il massimo grado di filtrazione attualmente in commercio. La dimensione dei fori di una membrana a osmosi è inferiore a 1 nanometro (quando la nanofiltrazione agisce tra 1-100 nanometri). Il valore di 1 nanometro se paragonato con le dimensioni dell’agente patogeno SARS-CoV-2 che si aggirano tra i 65 e 100 nanometri (in tabella riportiamo circa il valore medio di 80 nm) o di altri virus attorno ai 20 nanometri, o ancora di un comune battere le cui dimensioni minime sono di 200 nanometri; è evidente come un sistema di osmosi inversa (in funzione e che abbia ricevuto la corretta manutenzione) riesce a debellare questi microrganismi.

Il CDC nei suoi studi infatti di comparazione dei vari trattamenti dell’acqua evidenzia l’assoluta efficacia del processo a osmosi nella rimozione di diversi microbi.

I sistemi ad osmosi inversa hanno un’efficacia molto elevata nella rimozione dei protozoi
(ad esempio, Cryptosporidium, Giardia);

I sistemi di osmosi inversa hanno un’efficacia molto elevata nella rimozione dei batteri
(ad esempio, Campylobacter, Salmonella, Shigella, E. coli);

I sistemi di osmosi inversa hanno un’efficacia molto elevata nella rimozione di virus
(ad esempio Enterico, Epatite A, Norovirus, Rotavirus);

I sistemi ad osmosi inversa rimuoveranno i comuni contaminanti chimici (ioni metallici, sali acquosi), inclusi sodio, cloruro, rame, cromo e piombo; può ridurre arsenico.

A conclusione questo studio del CDC conferma come l’osmosi sia l’unico trattamento d’acqua a altissima efficacia, anche rispetto qualsiasi altro trattamento, nella rimozione degli agenti patogeni qualora presenti nell’acqua.

CDC Fact Sheet for Healthy Drinking Water

PROTEZIONE CONTRO BATTERI E VIRUS CON TECNOLOGIA TW PROFINE

 

I NOSTRI PRODOTTI PER LA PROTEZIONE
CONTRO BATTERI E VIRUS

Google