Conformità DM25/12

Decreto Ministeriale del 7 febbraio 2012, n. 25

Negli ultimi anni sono aumentate le ditte che si occupano di prodotti per il trattamento dell’acqua. L’utente, a volte, non sa come scegliere la soluzione più adatta e sicura. La normativa vigente in questo campo è il DM25/12.

Tale Decreto Ministeriale sostituisce il precedente e s’inquadra nel moderno contesto normativo in materia di qualità delle acque destinate al consumo umano, igiene dei prodotti alimentari, Codice del Consumo e libera circolazione delle merci. Ha l’obiettivo di garantire la qualità dell’acqua al consumatore finale e prevede anche l’obbligatorietà di indicare in ogni cartuccia delle tabelle con i risultati che attestino la conformità a tale legge.

Spesso molti produttori esteri indicano solo quelli conformi alle norme di tipo NSF e non s’interessano alle normative italiane. Le differenze sono evidenti, per esempio la legislazione straniera richiede una capacità di rimozione del cloro del 50% contro l’87% di quella approvata dal DM25/12.

CLICCA QUI PER VEDERE LE LINEE GUIDA COMPLETE DEL DM 25/2012